Ti trovi nel:  Portale della Giustizia in Toscana Login utenti registrati Sede Notizie
Area riservata area riservata

CORTE DI APPELLO DI FIRENZE


Avviso pubblico


MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI GARA DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA AI SENSI DELL’ART.36, COMMA 2, LETT.B) DEL D.LGS.50/2016 PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DI TRENTASETTE NUOVI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI BEVANDE CALDE E DI BEVANDE FREDDE ED ALIMENTI PRECONFEZIONATI E DI INSTALLAZIONE E GESTIONE DI SETTE NUOVI EROGATORI GRATUITI DI ACQUA POTABILE DI RETE ALL’INTERNO DEL PALAZZO DI GIUSTIZIA DI FIRENZE.

Determina del Presidente della Corte di Appello di Firenze del 29.11.2017

Oggetto dell’avviso.

Con il presente avviso si richiede agli operatori economici di cui all’art.45 del D.Lgs.50/2016, in possesso dei requisiti richiesti, di manifestare l’interesse ad essere invitati alla procedura negoziata, ai sensi dell'art. 36, comma 2, lett. b) del D.lgs. 50/2016, per l’affidamento in concessione del servizio di gestione di n.37 nuovi distributori automatici di bevande calde e fredde e alimenti preconfezionati e di installazione e gestione di n.7 nuovi erogatori gratuiti di acqua potabile che questa Amministrazione intende effettuare nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, tempestività, correttezza, libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità e pubblicità.
Il presente avviso è finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d'interesse per favorire la partecipazione e la consultazione di operatori economici del settore in modo non vincolante per l'Amministrazione richiedente. L'Amministrazione si riserva di sospendere, modificare, revocare o annullare la procedura relativa al presente avviso esplorativo e non dar seguito alla procedura di gara, dandone evidenza sui sito web dove il presente avviso è pubblicato, senza che possa essere avanzata pretesa alcuna da parte degli operatori economici interessati.

Stazione Appaltante:

Corte di Appello di Firenze
Viale Guidoni 61
50127 - Firenze
PEC: prot.ca.firenze@giustiziacert.it
Responsabile dei Procedimento: dott.ssa Rita Aquilanti- Dirigente amministrativo della Corte di Appello di Firenze

Oggetto dell’affidamento.

Affidamento in concessione del servizio di gestione di trentasette nuove apparecchiature di distribuzione automatica di bevande calde e di bevande fredde ed alimenti oltre all’ installazione e gestione di sette nuove apparecchiature di erogazione gratuita di acqua potabile di rete, da posizionare negli spazi già opportunamente individuati e predisposti presso il Palazzo di Giustizia di Firenze.

I costi di fornitura ed installazione delle nuove apparecchiature, degli arredi e delle attrezzature necessarie sono interamente a carico del concessionario, che dovrà provvedere, per tutta la durata del servizio, a tutti i necessari interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché agli ammodernamenti necessari per conservare gli standard qualitativi di offerta. Sono a carico del concessionario tutti gli oneri e le responsabilità correlate al rilascio di tutte le autorizzazioni necessarie per la realizzazione e per l'esercizio. I distributori automatici si potranno allacciare alla rete idrica ed elettrica del Palazzo di Giustizia, dietro corresponsione di un rimborso forfettario delle spese delle utenze sostenute direttamente da questa Amministrazione, legate ai consumi relativi al funzionamento dei distributori automatici e degli erogatori di acqua potabile per tutta la durata del servizio, il cui valore stimato è di seguito specificato. Al concessionario non verrà corrisposto alcun compenso per i servizi prestati, mentre avrà il diritto di gestire ed incamerare i proventi derivanti dall'esercizio dell'attività.

Si precisa che l’utilizzo dei servizi oggetto dell’affidamento è facoltativo da parte degli utenti del Palazzo di Giustizia di Firenze, e che, pertanto, il concessionario non potrà avanzare alcuna richiesta o pretesa, né richiedere modifica del contratto, per l’eventuale mancata e/o minore fruizione dei servizi da parte degli utenti.
Al fine di conseguire prezzi più favorevoli dei prodotti offerti per i propri dipendenti, nel rispetto del giusto rapporto prezzo/qualità, questa Stazione Appaltante non richiederà alcun canone, salvo il rimborso degli oneri relativi alle utenze come sopra indicato.

Nella procedura dovrà essere osservata la disciplina in materia di garanzie ai sensi dell’art.93 e 103 del D.Lgs.n.50/2016, inoltre il concessionario dovrà stipulare idonea copertura assicurativa per Responsabilità Civile verso Terzi e per il rischio incendio ed eventuali estensioni.
I termini, le modalità di presentazione delle offerte e gli altri dati sulla procedura saranno stabiliti nella lettera di invito e nel capitolato.

Durata dell’affidamento.

La durata dell’affidamento è fissata in anni cinque, con opzione di rinnovo per ulteriori cinque anni.

Valore stimato complessivo dell’affidamento.

Il valore stimato complessivo dell’affidamento, al netto di IVA, calcolato come previsto all’art. 167 del D.Lgs. 50/2016 è determinato in:

  • A. 637.200,00 euro fatturato totale stimato per tutta la durata del contratto;
  • B. 99.500,00 euro a titolo di rimborso, per tutta la durata del contratto, del costo stimato delle utenze e dei costi connessi, determinato forfettariamente, per i consumi relativi al funzionamento dei distributori automatici ed agli erogatori di acqua potabile nonché relativi al servizio di pulizia e smaltimento dei rifiuti.


Questa Stazione Appaltante ha stimato il valore del fatturato di cui al punto A) in relazione al numero dei dipendenti e degli utenti del Palazzo di Giustizia pari a circa n.1800 persone al giorno.
Il calcolo dei ricavi presunti è stato effettuato assumendo una media di una consumazione (bevanda) al giorno, per una percentuale del 35% del totale della media dei frequentatori giornalieri del Palazzo di Giustizia di Firenze. Occorre poi tenere conto, come dato plausibile, che non tutti coloro che mediamente frequentano il Palazzo di Giustizia assumano oltre ad una bevanda (calda/fredda)anche uno snack, ma che l’assunzione di detto snack sia presumibilmente effettuata solamente dal 15% degli utenti come precedentemente stimati. Inoltre, occorre considerare che nella struttura sono presenti due Bar- punti di ristoro.
Pertanto, valutando il costo medio di mercato (pari a euro 0,50) praticato per la fruizione di una consumazione di una bevanda moltiplicato per il 35% del numero complessivo giornaliero di utenti ed aggiungendo a questo il costo medio di mercato (pari a euro 0,80) di una consumazione di uno snack moltiplicato per il 15% del numero complessivo giornaliero dei fruitori complessivamente intesi, si potrà avere una stima di incasso giornaliera. Tale stima giornaliera andrà poi moltiplicata per 5 giorni lavorativi , ed il risultato ottenuto andrà a sua volta moltiplicato per il numero di settimane di calendario annuale, con esclusione del mese di agosto (48 settimane). Sulla base di dette valutazioni e dei calcoli ottenuti prendendo come base i dati indicati, il fatturato annuale stimato risulta pertanto pari a Euro 127.440.00.
Inoltre, questa Stazione Appaltante ha determinato forfettariamente l’importo a titolo di rimborso a questa Amministrazione fissando i consumi complessivi delle utenze pari euro 500,00 annuo per distributore e pari a euro 200,00 annuo per erogatore di acqua potabile, pertanto risulta un rimborso annuo pari a euro 19.900,00.
Procedura di scelta del contraente
Procedura negoziata, sotto soglia comunitaria, ai sensi dell'art. 36, comma 2, lett. b) del D.lgs. 50/2016 previa consultazione di almeno cinque operatori economici individuati tramite la presente indagine di mercato.
Nel caso pervenga un numero di manifestazione di interesse inferiore a cinque, l’Amministrazione inviterà le sole ditte che hanno presentato domanda di partecipazione, anche nel caso in cui pervenga un’unica domanda.
Nel caso in cui pervenga un numero di manifestazione di interesse superiore a cinque, l’Amministrazione, secondo quanto previsto dalle Linee guida ANAC n.4/2017, individuerà,mediante sorteggio, massimo otto concorrenti da invitare a presentare l’offerta. L’eventuale sorteggio sarà effettuato da questa Amministrazione in forma non pubblica a garanzia della segretezza dell’individuazione dei partecipanti ai sensi dell’art.53 comma 2 lett.b) del D.Lgs. 50/2016
Criterio di affidamento
L'affidamento avverrà in base al criterio di cui all’art. 95, comma 4 lett.b) del D.L.gs. 50/2016, ossia in base a criterio del minor prezzo inteso come percentuale di sconto unico da applicare indistintamente a tutti i prezzi a base d’asta indicati nel Capitolato. La percentuale dovrà essere espressa in cifre con massimo di due decimali dopo la virgola.
Requisiti di partecipazione
Possono presentare manifestazione di interesse gli operatori economici di cui all'art. 45 del D.lgs. 50/2016 in possesso dei seguenti requisiti:

REQUISITI GENERALI: assenza dei motivi di esclusione di cui all'art. 80 D.lgs. 50/2016;

REQUISITI DI IDONEITA’ TECNICO - PROFESSIONALE (ART. 83, comma 1, lett. a) D. LGS. 50/2016):

  1. iscrizione presso la CCIAA per attività inerenti lo svolgimento del servizio;
  2. svolgimento di almeno un servizio analogo nel settore di attività oggetto di tale affidamento presso altre realtà pubbliche e/o private.

Subappalto
Il subappalto è ammesso esclusivamente per l’installazione, la manutenzione e la gestione degli erogatori gratuiti di acqua potabile.


Termine e modalità di presentazione della manifestazione di interesse

La manifestazione di interesse dovrà pervenire entro e non oltre le ore 14:00 del giorno 8 gennaio 2018 esclusivamente al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: prot.ca.firenze@giustiziacert.it avente ad oggetto la seguente dicitura:

“MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI GARA DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI”

La manifestazione di interesse potrà essere formulata compilando e sottoscrivendo il fac simile Modello A ( domanda di manifestazione di interesse/ dichiarazione sostitutiva di certificazione) allegato al presente avviso. In caso di firma non digitale il modello dovrà essere accompagnato da una copia del documento d’identità del sottoscrittore in corso di validità.
Saranno escluse la manifestazioni di interesse:
• Pervenute dopo la scadenza indicata;
• Pervenute ad un indirizzo PEC diverso da quello suindicato.
Si precisa che la Stazione Appaltante è esonerata da ogni responsabilità relativa a qualsiasi malfunzionamento o difetto inerente ai servizi di posta elettronica certificata
Informazioni supplementari.

Per eventuali informazioni sul presente avviso è possibile contattare questa Amministrazione ai seguenti recapiti telefonici:

055.799.5001 - dott.ssa Maria Chianese - Funzionario contabile della Corte Appello di Firenze

055.799.6395 - Sig.Cosimo Infantino - Funzionario giudiziario del Tribunale di Firenze

055.799.5884 - dott.ssa Paola Miceli - Direttore Amministrativo della Procura Generale di Firenze

Indirizzo e- mail di riferimento: prot.ca.firenze@giustiziacert.it

I dati forniti dai soggetti proponenti verranno trattati ai sensi del D.Lgs.n.196/2003 esclusivamente per le finalità connesse all’espletamento della procedura in oggetto.
Pubblicità.
Il presente avviso sarà pubblicato sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia, sul sito del Tribunale di Firenze e sul sito della Corte di Appello di Firenze.

Firenze, 5 dicembre 2017

IL PRESIDENTE DELLA CORTE D’APPELLO DI FIRENZE Margherita Cassano

Allegato: Modello A: fac simile domanda di manifestazione di interesse/ dichiarazione sostitutiva di certificazione